Starry Eyes

starry-eyes-dvd cover

Quindi Hollywood è effettivamente un luogo oscuro e malvagio. No, il film non è così riduttivo, anche se lascia un po’ di amarezza proprio a causa di un inizio molto credibile e forte e coinvolgente e, quando tutto l’aspetto misterioso della vicenda finisce nelle braccia di un epilogo un po’ buttato come capita con un’estetica del crimine à là Charles … Continua a leggere

Under the Skin

mica-levi-under-the-skin

Ho aspettato a vedere Under the Skin perché ne avevo sentito parlare male un po’ ovunque. Per quel deprimente 6.3 su imdb, che non sarà affidabile ma comunque scoraggia. Non avevo fatto caso al metascore di 79. Sì, lo ammetto, dopo aver scoperto che la maggior parte dei film che adoro hanno un punteggio generale scarsino e un metascore altissimo … Continua a leggere

Nicolas Cage. Volevo dire, Joe

jo

Joe è un brav’uomo. Questo vi deve bastare, non dovete sapere altro. Perché Joe è rude ma sensibile, bevitore ai limiti della sopravvivenza ma non alcolizzato, tormentato ma equilibrato – oddio, a tratti – e tutte quelle coppie ossimoriche che rendono certi eroi romantici tanto interessanti e che ci fanno aggrappare ai braccioli del cinema facendoci pensare: accidenti, questo sì che è un uomo d’onore Continua a leggere

The Guest

the-guest-releasing-on-09-october-2014_r2r5

Io non conosco bene Adam Wingard, ho visto solo due suoi film e i corti di V/H/S e V/H/S 2. Sui corti non mi dilungo, anche perché V/H/S l’ho visto quando è uscito e mi ricordo solo che mi era piaciuto in generale, ma non molto altro e, anche se più ci penso più voglio rivederlo, al momento sono troppo … Continua a leggere

Gone Girl

Gone_Girl_Poster

Questo film mi è piaciuto come pochi nell’anno passato – pochi di quelli in uscita. In realtà, fibrillavo, accidenti, perché Fincher mi ha regalato una serie di film impeccabili o quasi che, negli ultimi anni, mi hanno inquietata a dovere, riuscendo dove molti altri hanno fallito. Gone Girl è un misto tra Zodiac e Seven, ma, tra la traduzione italiana … Continua a leggere

Home Video: Funny Games

Funny-Games-1997-Poster-funny-games-15315797-693-1000

Sarei tentata di scrivere che Michael Haneke, con questo film, diventa un neo-Hume, che disfa la convenzione per cui causa à effetto e che fa un discorso estremamente postmoderno, facendo a meno dell’estetica e della ridondanza che proprio contraddistinguono la postmodernità. E, probabilmente, non direi nulla di falso. Però, anche se sono quasi certa che lui avesse in testa anche … Continua a leggere

Home Video: Wild at Heart.

wild

«Questa è la mia giacca di pelle di serpente. Rappresenta il simbolo della mia individualità e la mia fede nella libertà personale» (Sailor Ripley) Impossibile. È quasi impossibile pensare che io non abbia mai scritto di quello che, da oltre dieci anni a questa parte, è il mio film preferito. Quello che, in assoluto, mi è piaciuto sempre di più … Continua a leggere

Home Video: Cosmopolis (benvenuti a Cronenbergville)

cosmopolis_

Quando ho visto il trailer, così contemporaneo da risultare futuristico e antico allo stesso tempo, ho, per un attimo, avuto un sussulto gioioso pari solo a quello nato dal mio incontro con My son, my son, what have you done?, capolavoro diretto da Werner Herzog e prodotto da David Lynch, una delle collaborazioni artistiche meglio riuscite e più appetitose – … Continua a leggere

Locke

Locke poster

Ivan Locke è un uomo integro, onesto, ordinato. Un uomo preciso, uno di quelli che indossano la camicia sotto il maglione, con i copri-sedile ortopedici. Uno che rispetta gli impegni, anche quelli che non si sarebbe mai voluto trovare ad affrontare. Il personaggio disegnato da Steven Knight (autore dell’impeccabile sceneggiatura del film di Cronenberg La promessa dell’assassino) e interpretato da … Continua a leggere